La tavolozza di colori di NGC 4707

Sono passati ben 227 anni da quando l’astronomo britannico William Herschel (a cui è stato dedicato l’omonimo telescopio spaziale) scoprì la brillante galassia a spirale poi denominata NGC 4707.

In direzione della costellazione dei Cani da caccia, la galassia si trova a ben 22 milioni di anni luce da noi. Grazie ai potenti telescopi moderni, come Hubble di NASA/ESA, oggi è possibile studiare questa e molte altre galassie lontane con dettagli che due secoli fa Herschel poteva solo sognare. L’immagine che vedete è stata realizzata con l’Advanced Camera for Surveys (ACS) montata a bordo del telescopio spaziale Hubble. Già all’epoca, l’astronomo britannico di origini tedesche descrisse l’oggetto in questione come una “piccola galassia stellare”. È classificata come galassia a spirale (del tipo Sm): in generale la sua forma è molto indefinita e il suo gruppo centrale di stelle (bulge) è molto piccolo, quasi inesistente. Guardandola con il telescopio, appare come una spruzzata di stelle brillanti su un cielo scuro che fa da tela. Le macchie blu che vedete nella foto rappresentano regioni di recente formazione stellare: le stelle appena nate hanno toni luminosi e intensi di azzurro e turchese.
di Eleonora Ferroni (INAF)
Nella foto: la galassia a spirale NGC 4707, nella Costellazione dei Cani da caccia. La brillante galassia si trova a circa 22 milioni di anni luce dalla Terra. Crediti: ESA/Hubble & NASA

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: