Una passeggiata nel Cosmo

E’ in edicola il primo volume di un lavoro dal titolo “Una passeggiata nel Cosmo”. Il titolo di questo primo volume è “La materia oscura” (L’elemento più misterioso dell’Universo). Quest’opera da la possibilità di avere in casa una vera e propria biblioteca che può aiutaci ad esplorare, appunto, i confini dell’Universo. Si tratta – spiegano – di un’opera rigorosa e alla portata di tutti perché di grande chiarezza espositiva.
Una passeggiata nel Cosmo – spiega il libretto illustrativo dell’opera – mette la scienza più avanzata a disposizione di un pubblico non esperto. Propone testi chiari con un’ampia gamma di immagini e grafici. Nel suo insieme rappresenta quindi uno dei progetti di divulgazione scientifica più ambiziosi degli ultimi decenni.
Il primo volume parla della materia oscura. L’introduzione è molto importante per affrontare la lettura del volume che prevede i seguenti capitoli:

  1. La scoperta della materia oscura
  2. Esperimenti cosmici
  3. La traccia dell’invisibile nelle reliquie del Big Bang
  4. La natura della materia oscura. Alla ricerca della particella X
  5. L’energia oscura e il destino dell’Universo

Fra gli altri titoli che fanno parte della collana segnaliamo: Le grandi strutture dell’Universo; L’evoluzione dell’Universo; La fine dell’Universo; La teoria del Caos; Gli esopianeti; L’origine della vita; L’evoluzione stellare; I buchi neri; Il Bosone di Higgs; Universi paralleli; Il vuoto e il nulla e ancora tanti altri. Per ulteriori informazioni www.rbaitalia.it/unapasseggiatanelcosmo2015/collezione
Una Stella per Amica

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. nereovilla
    Nov 16, 2015 @ 09:52:30

    ovvero

    SULL’ALIENAZIONE ESSENZIALE DELLO SCIENZIATO DIVENTATO IMBECILLE

    La cultura della “Materia Oscura” è simile a quella della corazzata “Kotiomkin” (Potëmkin) di Fantozzi: una cagata pazzesca! E intanto paghiamo le tasse per finanziare la ricerca di queste stronzate…

    Rispondi

  2. Alberto Marano
    Giu 15, 2016 @ 06:42:14

    Eppure nella materia e/o nell’energia oscura si potrebbe trovare la fonte inesauribile e pulita del futuro. Beata ignoranza!
    Nello stesso spirito anche l’antimateria sarebbe una cagata pazzesca, ma la PET (tomografia ad emissione di positroni) è figlia dell’antimateria e ci fornisce lo strumento diagnostico più avanzato che esiste in campo oncologico e neurologico.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: