Opposizione di 8-Flora

Per coloro che amano l’osservazione binoculare condotta comodamente dal terrazzo o dal giardino di casa, ecco uno di quegli eventi che si possono registrare visualmente anche dai cieli suburbani. Si tratta semplicemente di seguire il transito del pianetino Flora, appartenente alla famiglia omonima, situata nella regione interna della fascia principale tra Marte e Giove. Questa famiglia è costituita da un insieme di piccoli corpi che sembrano essere i resti di una collisione che avrebbe frammentato l’oggetto principale in molti pezzi; è stata avanzata l’ipotesi che il progenitore di questo impatto sia stato Gaspra, collocato nella periferia dell’addensamento.

Flora è stato scoperto da J. R. Hind (quello della celebre nebulosa variabile nel Toro, per intendersi) nel 1847 col telescopio da 7″ dell’osservatorio di Bishop di Londra e ne rappresenta la seconda scoperta dopo Iris (#7). Il nome era stato proposto da John Herschel in onore appunto di Flora, la dea latina dei fiori e dei giardini, nonché sposa di Zefiro.
La cartina  mostra il percorso dell’asteroide sino al 13 marzo fra le stelle della falce del Leone; la più brillante, cui fare riferimento, è la γ Leonis (Algieba) una famosa doppia di 2a grandezza con componenti separate da 4 secondi d’arco. Flora sarà in opposizione il 15 febbraio quando brillerà di magnitudo +9.1, alla portata di un buon binocolo 10×50 (la cartina riporta per comodità le stelle sino alla +10).
Il Galassiere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: