Scorpione, non solo Antares …

Questo mese Piero Mazza nella sua rubrica Stelle e Profondo Cielo (Orione luglio 2011 pagina 23) ci accompagna in una interessante visita nella costellazione estiva dello Scorpione.
Il nostro viaggio parte da Antares (Alfa Sco), una stella gigantesca (anche se il primato di questa tipologia spetta a VY Canis Maioris). Il diametro di Antares è di oltre un miliardo di chilometri quindi tutto il Sistema Solare interno, da Mercurio alla Fascia Principale degli asteroidi, verrebbe interamente inghiottito se Antares si trovasse al posto del Sole. Ma la cosa sorprendente è la densità media della stella che possiede una massa appena 16 volte quella del Sole. E poiché Antares ha un raggio pari a circa 850 volte quello solare ciò si traduce in un volume ben 614 milioni di volte superiore. Calcolandone la densità (massa diviso volume) ci si accorge che Antares è una gigantesca palla infuocata fatta praticamente di nulla!
Delta Scorpii è la centrale di quelle tre stelle disposte su una linea leggermente arcuata che fanno parte della testa dell’animale. Si tratta di una variabile eruttiva il cui prototipo è Gamma Cassiopeiae. Si tratta di stelle azzurre o bianche in rapida rotazione e talvolta soggette a forti eruzioni.
Poco più di 2° a NNE della Delta c’è la coppia di stelle Omega 1 e Omega 2. Proseguendo più di 1,5° lungo la stessa direzione troviamo Ni Scorpii una celebre doppia-doppia.
La sfida del mese proposta da Mazza: Ni Scorpii è immersa in IC 4592, una tenue nebulosa a riflessione. Un’altra nebulosa a riflessione molto debole si trova un paio di gradi a ESE da Ni Scorpii ossia IC 4601 che avviluppa due stelle doppie relativamente brillanti Sh 225 e Sh 226.
La tenue nebulosa contrasta sul fondo cielo per la presenza di Barnard 4, una chiazza scura di aspetto irregolare (Barnard è stato il principale artefice della catalogazione di queste formazioni scure quando era di stanza al neonato osservatorio di Monte Wilson).
Appena 38’ s NW di Antares troviamo l’ammasso globulare NGC 6144.
Per tutte le informazioni necessarie leggi l’articolo di Piero Mazza!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: